Mordi l'Attimo

di Edo Tagliavini

 

L’immagine di una televisione, accompagnata da un gingle sonoro, mostra una bella ragazza dal seno promettente, si muove al rallentino mentre, in modo sensuale, morde deliziata una barretta di cioccolata: la mdp si muove verso lo schermo, entrando nell’immagine, facendoci ritrovare sul set dello spot. La ragazza dal seno promettente è intenta a mangiare la barretta di cioccolato (ora a velocità normale), non c’è più la musichetta del gingle sonoro ma una voce maschile che, con cantilena fastidiosa

“Sì… sì… brava, così… mordi l’attimo, mordi l’attimo, mordi l’attimo! Stooop!”

La ragazza cambia improvvisamente espressione: con fare annoiato lascia la barretta di cioccolato nelle mani di un assistente venutole incontro e, indifferente, si allontana dal set che si sta animando delle persone che si muovono normalmente dietro le quinte.

La ragazza è ora nel suo camerino, di spalle, a schiena nuda: si sta slacciando il reggiseno quando, con un tonfo, qualcosa le cade in terra. La ragazza si volta, mostrando un seno piatto, mentre con la mano si sfila via la parrucca: è un uomo. L’uomo si china in terra a raccogliere ciò che gli era caduto: vediamo trattarsi di due grandi forme di provolone Valpadano: ne apre una dandogli un morso e, sputacchiando mentre si dirige verso lo specchio ripete lo slogan della pubblicità

“Mordi l’attimo…”

Si siede davanti allo specchio e inizia a struccarsi, mentre la scritta

“Non rimandare a DOP ciò che puoi creare subito”

…appare sovrainpressa.

 

I soggetti selezionati

 

"Un formaggio d'autore" di Andrea Brusa

"Mordi l'attimo" di Edo Tagliavini

"Realtà parallela" di Rapadura Studio